Google Analytics

Lettori fissi

sabato 5 giugno 2021

Giornata mondiale dell'ambiente 2021 : un pianeta da salvare

PH Michela Vannucci
Oggi é la giornata mondiale dell'ambiente e il nostro pianeta va salvato da noi stessi. Sono anni che gli scienziati ci mettono in guardia sul pericolo che rappresentiamo per il pianeta Terra e sulla necessità di un cambiamento drastico del nostro stile di vita, ma nonostante timidi cambiamenti e l'impegno di singoli individui e associazioni ambientaliste la stragrande maggioranza dei popoli e dei governi mondiali non si decidono a invertire la rotta e imboccare una economia eco sostenibile che rispetti gli esseri viventi del pianeta e gli ecosistemi naturali. Continuiamo a produrre inquinamento da idrocarburi perché i mezzi elettrici continuano ad essere troppo costosi per la massa, i governi non supportano il popolo nello sviluppo e nell'uso di energie rinnovabili. La pandemia da Covid19 ha dimostrato che le nostre attività sono responsabili delle accelerazioni dei cambiamenti climatici, i blocchi imposti hanno anche se per breve tempo migliorato la qualità dell'aria e dell'acqua facendo respirare la natura. Ma l'umanità non capisce e quando si parla di ripresa economica la si pensa come continuazione degli stili di vita attuati fino ad ora, il tempo sta per scadere, l'umanità deve evolvere nel rispetto del creato come detto anche da Papa  Francesco. Voglio ribadire la necessità di preservare la biodiversità abbandonando i metodi agricoli delle monocolture e degli allevamenti intensivi. Abbandoniamo il consumismo estremo dell'usa e getta e riprendiamo in considerazione i valori del risparmio e del riuso, non consumiamo più del necessario. Valorizziamo le idee dei giovani e di chiunque sia in grado di avviare nuove attività green, capaci di riciclare e trasformare in nuovi prodotti ciò che è uno scarto. Valorizzare i territori e le tradizioni può creare nuovi posti di lavoro e non accentrare la popolazione nelle città può favorire la ripresa della vita dei piccoli paesi e borghi e migliorare lo stile e qualità del vivere quotidiano ripensato a misura di comunità capace di interagire e aiutare il prossimo. Il futuro dell'umanità dipende solo da questa capacità di evolversi, caratteristica che purtroppo hanno perso i governi e gli economisti del mondo interessati solo al denaro, persone che non vogliono il cambiamento e che continuano a guadagnare dalle forme di lavoro estenuanti dei popoli non rispettose dei valori della famiglia, della educazione dei figli, della condizione femminile, degli anziani. 

PH Michela Vannucci

Viviamo per lavorare invece di lavorare per vivere, siamo una società disperata e perdente senza futuro né prospettive, noi dobbiamo ricrearla a nostra misura per il bene dei nostri figli. Nostra la responsabilità di scegliere chi ci governerà e guiderà su un nuovo cammino, le nostre scelte quotidiane devono portare al cambiamento non aspettiamoci che i miliardari ci portino il benessere. Una nuova economia puó essere portata avanti solo da persone illuminate come ad esempio era Olivetti. Le parole fondamentali per il futuro devono essere rispetto per gli esseri viventi, innovazione tecnologica per migliorare la nostra vita e non inquinare e la creatività una capacità umana in grado di farci vedere e costruire un futuro migliore e l'unica in grado di farci evolvere.